Eventi Bari

Giornate Fai di Primavera

23 marzo 2019

Tornano le giornate Fai di Primavera con la sua 27esima edizione che vedrà come protagonisti 1100 luoghi aperti in 430 località in tutte le regioni. Particolarità di questo evento la possibilità di poter visitare luoghi spesso inaccessibili sostenendo la Fondazione con un contributo facoltativo o tramite l'iscrizione.

Per la città di Bari apre il Palazzo della Banca d'Italia, situato nello splendido Corso Cavour fra il Teatro Petruzzelli e l'edificio della Camera del Commercio. Uno tra i più belli e importanti edifici della città, una struttura architettonica, in ottimo stato di conservazione con elementi di pregio come il salone principale, lo scalone in marmi pregiati che porta al primo piano dove accanto agli uffici della Direzione è possibile ammirare la sala del Consiglio che presenta un notevole soffitto a cassettoni. Di particolare valore artistico sono i bassorilievi in marmo di Carrara, dello scultore Gianni Remuzzi di Bergamo, collocati sulle pareti dell'atrio e del salone del pubblico.

ORARIO:

Sabato: 10:00-13:00/16:00-19:00
Domenica: 10:00-19:00
Contributo suggerito a partire da: 3€

 

Diversi gli appuntamenti nella provincia di Bari:

Le palazziate e il Forno di vicinato della Fondazione Sassi - Matera

Simbolo della città, il pane di Matera, con la classica forma a cornetto anticamente preparato nei Sassi e portato a cuocere al forno pubblico. Grazie alla fondazione sarà possibile visitare uno dei più antichi forni di comunità del Sasso Barisino. La visita propone un percorso guidato all'interno della Fondazione, accompagnato da un racconto della tradizione del pane di Matera.

ORARIO:

Sabato: 09:30-13:00/15:00-18:30
Domenica: 09:00-13:30/15:00-18:30
Contributo suggerito a partire da: 3€
 

Palazzo dell'acquedotto Pugliese - Altamura

Realizzato negli anni '30 del Novecento, si sviluppa su quattro livelli, l'edificio presenta una linea compositiva in uno stile neoromanico pugliese, il cui aspetto imponente è caratterizzato dal classico bugnato in pietra di Trani arricchito inoltre dalla presenza di una piccola area verde delimitata da una coeva recinzione in pietra. Nominato nel 2009 monumento nazionale di interesse storico-artistico conserva ancora le macchine nonostante l'edificio sia ormai dismesso dalla funzione originaria.

ORARIO:

Sabato: 09:00-13:00/16:00-20:00
Domenica: 10:00-20:00

Contributo suggerito a partire da: 3€ 

 

Chiesa e Convento dei Santi Cosma e Damiano - Conversano

All'esterno un campanile in laterizi, un semplice portale d'ingresso e due finestre sulle fanchiate laterali. Impressionante il contrasto tra la semplicità delle facciate esterne e quelle interne. Nel monastero è presente la famosa "Camera della Principessa", sul cui soffitto sono collocati dipinti e dove è riprodotto lo stemma nobiliare dei principi Filomarino della Rocca d'Aspide.

ORARIO:

Sabato: 09:00-13:30/15:30-19:00
Domenica: 09:00-19:00
Visite sospese durante la celebrazione delle messe.

Contributo suggerito a partire da: 2€ 

 

Chiesa e Monastero di San Benedetto - Conversano

Monastero dotato di un superbo campanile barocco in laterzio rosso, il più alto della Città e della Catedrale. Al suo interno troviamo la "stanza della badessa" che accoglieva la monaca appartenente alla famiglia del conte o che comunque era di nobile origine. L'interno della chiesa conserva interessanti altari lignei e tele tra le quali troviamo un San Benedetto e San Biagio del Finoglio.

ORARIO:

Sabato: 09:00-13:30/15:30-19:00
Domenica: 09:00-13:30/15:30-19:00.

Contributo suggerito a partire da: 2€

 

La Chiesetta Neviera di San Magno - Corato

Situata all'interno del Parco Nazionale delle dell'Alta Murgia, la sua particolarità è quella di racchiudere nello stesso immobile due corpi di fabbrica con diverse funzioni: una neviera, utilizzata per stiparvi la neve d'inveno e riutilizzarla in estate come fonte idrica, ed una piccola chiesa ad uso della popolazione.

ORARIO:

Sabato: 10:00-13:00/15:00-17:00
Domenica: 10:00-13:00/15:00-17:00
 

Contributo suggerito a partire da: 3€

 

La Necropoli di San Magno - Corato

Una delle più importanti necropoli scoperte nel territorio dell'alta Murgia, in un'area molto vasta di circa due chilometri quadrati, a sud est di un'amplissima dolina che ha come punto centrale una grande cisterna per la raccolta delle acque, la "Pescara degli Antichi"(visitabile nella giornata FAI). La Necropoli è formata da circa ottanta sepolcri, nelle tombe sono stati rinvenuti oggetti di ferro e vasellame mentre i corredi funerari sono oggi custoditi presso il Museo della Città e del Territorio di Corato.

 ORARIO:

Sabato: 10:00-13:00/15:00-17:00
Domenica: 10:00-13:00/15:00-17:00
 

Contributo suggerito a partire da: 3€

 

Il Palazzo Messere e le nobili dimore di via M. degli Angeli - Giovinazzo

Palazzo Messere costituisce con gli altri nobili palazzi, il nuovo confine della cittadella medievale della città di Giovinazzo. Il Palazzo con gli appartamenti i grandi saloni affrescati e le imponenti scale, fu completato entro il 1870, quando la famiglia vi si trasferì.

ORARIO:

Sabato: 09:30-19:00
Domenica: 09:30-19:00
 

Contributo suggerito a partire da: 3€

 

Complesso conventuale di San Fracesco d'Assisi - Gravina in Puglia

La chiesa attualmente visitabile non è quella originale eretta nel XIII secolo ma si tratta di una costruzione più recente che sostituì la prima sede distrutta da un terremoto. Nel corso negli anni la chiesa ha subito lavori di restauro e di ammordernamento. 

ORARIO:

Sabato: 09:30-13:00/15:30-19:00
Domenica: 09:30-13:00/15:30-19:00
 

Contributo suggerito a partire da: 3€

 

Il Pontificio Semonario PIO XI - Molfetta

Il Pontificio Seminario Regionale Pugliese venne innaugurato nel 1926. Nel chiostro è situata la Cappella Maggiore, a navata unica e soffitto a capriate che conserva dell'originaria struttura solo l'altare. L'intera zona absidale è occupata dal mosaico del Cristo Redentore, commissionato nel 1958. Sulla sinistra la Biblioteca San Tommaso d'Acquino che custodisce pregevoli volumi.

ORARIO:

Sabato: 15:30-18:30
Domenica: 09:30-12:30/15:00-18:30
 

Contributo suggerito a partire da: 3€

 

Grotta di Sant'Oronzo - Turi

Una fantastica grotta carsica scoperta nel 1658. La leggenda narra che qui si rifugiasse il vescovo leccese Oronzo, in fuga dalle persecuzioni dei romani. Sant'Oronzo alla grotta è la seconda chiesa di Turi per grandezza e la sua costruzione ebbe inizio nel 1727.

ORARIO:

Sabato: 10:00-17:00
Domenica: 10:00-17:00
 

Contributo suggerito a partire da: 3€

 

 

 

Foto: fondoambiente.it